Logo Rai3

Fuori orario

Dal 25 al 31 marzo 2018

In onda dal 25 al 31 marzo 2018

Domenica 25   marzo   2018                                 RAI3                dalle  02.15 alle 06.00   (225’) 

Fuori Orario cose (mai) viste

di Ghezzi Baglivi Di Pace Esposito Fina Francia Fumarola Giorgini Luciani Melani Turigliatto

 

 

presenta

 

 

VERE STORIE VERE

a cura di Paolo Luciani

 

 

con

 

LOVE IS ALL

PIERGIORGIO WELBY,  AUTORITRATTO  -  prima visione tv

Italia 2015   durata 59' colore e bianco e nero

Un film di Francesco Andreotti e Livia Giunti

L’idea di fare un documentario su Piergiorgio Welby è nata per puro caso.
Nell’autunno del 2006, il video di un uomo che chiedeva al Presidente della Repubblica il diritto di essere lasciato morire, era entrata in casa attraverso il tg. Quell'immagine però non era bastata a farci soffermare sul suo significato profondo; per quanto forte o scioccante fosse, non era riuscita a distoglierci dalle nostre occupazioni del momento.

Nuotando distratti nel mare di immagini in cui, un po' per scelta un po' perché inevitabile, eravamo immersi, avevamo classificato quella visione come la solita intrusione della tv nella vita delle persone. Vedevamo una cornice e dei colori ma senza andare oltre. Non sapevamo che dietro c'era una precisa scelta comunicativa e un impegno politico di anni.
In dicembre poi Welby aiutato dai radicali e dall'anestesista Mario Riccio ottiene di essere lasciato andare e per qualche giorno la sua icona è riproposta dai tg, attenti a non rovinare le feste degli italiani, giusto il tempo di una comparsata, per poi lasciare il posto alla sarabanda delle mille altre icone destinate alla effimera ribalta televisiva, non ultima quella della pubblica esecuzione di babbo natale/saddam.

Qualche tempo dopo, insieme ad un amico ornitologo stavamo facendo delle riprese ai falchi che abitano i cieli della capitale e ci imbattemmo in un blog di birdwatchers del quale Piergiorgio era stato assiduo frequentatore e acuto animatore durante l’ultimo anno della sua vita. Sul forum del sito infatti Piergiorgio, insieme a molti altri curiosi, osservava attraverso una webcam la vita dei falchi pellegrini Aria e Vento che vivono da anni sul tetto della Sapienza di Roma.
È in quel momento che abbiamo iniziato a domandarci che cosa si celasse dietro quell'icona che tornava con irruenza alla nostra mente sulle ali del falco pellegrino. È stato bello a quel punto cambiare prospettiva, smettere di spiare gli uccelli con sguardo da ornitologi e cominciare a scrutare gli uomini con occhi d'uccello. E così un intero mondo ci si è rivelato in tutta la sua drammatica vitalità.

Poi è arrivata Mina che ci ha aperto le porte del tempio, perché di un tempio si tratta la vita di Piero. Pittura, fotografia, letteratura, politica, filosofia, in sintesi amore per la vita e per la libertà. Quell'immane mole di stimoli culturali e fisiologici che noi volevamo ordinare in un film però scappava da ogni parte, rifiutava di farsi incasellare, come l'ippogrifo non si voleva far prendere al lazzo e così man mano che ci penetravamo nell'edificio nuove visioni scaturivano e andavano a cozzare con le vecchie trasformandole e trasformando le nostre intenzioni in un gioco di continue metamorfosi alle quali ci siamo volentieri abbandonati.

È così che il film si è trasformato in una serie di videoinstallazioni che a loro volta hanno dato lo stimolo per un ciclo di conferenze e presentazioni degli scritti di Welby, per poi tornare oggi, dopo nove anni, ad assumere la necessaria forma originaria di film documentario.

Non ci resta che sperare a questo punto che il lavoro possa restituire almeno in parte la ricchezza del nostro viaggio all'interno di un viaggio di ben più ampia portata che è stato ed è la vita di Piergiorgio. (F. Andreotti e L. Giunti)

 

Antologia della trasmissione Rai Storie Vere. 

 Curata da Anna Amendola per Raitre nei primi anni ’90, Storie Vere porta nelle case degli italiani un paese che cambia; lo fa senza mediazioni, con la formula del racconto diretto, dove a raccontarsi sono i protagonisti delle storie: da chi è coinvolto personalmente in situazioni di disagio, emarginazione, handicap, recupero sociale; a chi racconta realtà lavorative fatte di resistenza come di inventiva, da chi ci fa vivere passioni smodate e totalizzanti a chi ci accompagna verso impensabili lieto fine... senza tralasciare protagonisti appartati o dimenticati della nostra cultura. 

Diversi sono i registi che si alternano, diversi gli approcci narrativi e stilistici; (tra quelli presenti in questa occasione anche Marco Turco ed Antonietta De Lillo); comune il sentimento di rispetto e pudore verso i protagonisti e le loro storie.

 

Venerdì 30  marzo   2018                                 RAI3                 dalle  01.50   alle   06.00   (250’)

Fuori Orario cose (mai) viste

di Ghezzi Baglivi Di Pace Esposito Fina Francia Fumarola Giorgini Luciani Melani Turigliatto

 

 

presenta

 

 

CRONACA FAMIGLIARE INFINITA

(6)

 

 

 

 

a cura di Lorenzo Esposito e Simona Fina

 

con il film

 

 

LOVE AND HONOR

(Bushi no ichibum, Giappone, 2006, col., dur. 117’, v.o. sott. it.)       PRIMA VISIONE TV

Regia: Yoji Yamada

Con: Takuya KimuraRei DanKaori MomoiNenji KobayashiMitsugoro Bando

Un samurai rimasto cieco scopre che la moglie, per superare i problemi finanziari, è diventata l’amante di un samurai di alto rango senza scrupoli. L’onore richiede la vendetta, secondo un procedimento spirituale che condurrà alla vittoria sul campo e al perdono. E’ il terzo capitolo di una trilogia che comprende Twilight Samurai (2002) e The Hidden Blade (2004)

 

 

 

ZATOICHI                                         

(2003, Giappone, col., dur. 111’12” ) 

Regia: Takeshi Kitano

Con: Takeshi Kitano, Tadanobu Asano, Michiyo Oguso, Yui Natsukawa, Guadalcanal Taka, Daigoro Tachibana

Zatoichi è un vagabondo cieco, che si guadagna da vivere col gioco d'azzardo e con i massaggi. Ma Zatoichi è anche un maestro della spada, capace di colpi imprevisti e stoccate di infinita precisione. Giunto in una città governata da spietati clan, Zatoichi dovrà confrontarsi con due misteriose geishe che vendicano la morte dei propri genitori.

 

 

 

 

Sabato 31 marzo   2018                                 RAI3                 dalle 02.00  alle 06.00       (240')   

Fuori Orario cose (mai) viste

di Ghezzi Baglivi Di Pace Esposito Fina Francia Fumarola Giorgini Luciani Melani Turigliatto

 

presenta

 

CRONACA FAMIGLIARE INFINITA

(7) 

 

 

 

a cura di Lorenzo Esposito e Simona Fina

 

con il film

 

 

OTOTO - SUO FRATELLO                                                   PRIMA VISIONE TV

(Id, Giappone, 2010, col., dur. 121’19”,v.o. sott. in it.)  

Regia: Yoji Yamada

Con: Sayuri Yoshinaga, Tsurube Shofukutei, Yu Aoi, Yuriko Ishida, Ryo Kase

Ginko, dopo la morte prematura del marito gestisce una farmacia con l'aiuto della figlia Koharu che vive con lei insieme con l'anziana suocera. Quando Koharu decide di sposare un medico si iniziano i preparativi per le nozze. Tra gli invitati c'è anche lo zio materno della ragazza, Tetsuro. Tutti in cuor loro sperano però che non partecipi perché portato al bere e sempre pronto ad esibirsi da attore senza speranze qual è. Il che puntualmente accade  creando più di un imbarazzo. L'uomo il giorno successivo si scuserà ma ormai il danno è fatto. In breve tempo le nozze di Koharu si riveleranno fragili, ma Ginko dovrà anche fronteggiare i debiti contratti dal fratello con una donna. La rottura col fratello sembra ormai essere definitiva. Fin quando non giunge una telefonata dall'ospedale di Osaka: Tetsuro è in fin di vita. Capolavoro che Yamada dedica alla memoria di Kon Ichikawa, che nel 1960 aveva diretto un film col medesimo titolo Ototo.

 

 

FATHER AND SON

(Soshite Chichi Ni Naru, Giappone, 2013, col.,dur.112’41”)

Regia: Kore’eda Hirokatsu

Con: Masaharu Fukuyama, Machiko Ono, Yoko Maki, Lily Franky, Jun Fubuki

Nonomiya Ryota è un professionista di successo, un uomo che lavora sodo ed è abituato a vincere. Un giorno, lui e la moglie Midori ricevono una chiamata dall’ospedale di provincia dove sei anni prima è nato loro figlio Keita, e vengono a sapere che sono stati vittima di uno scambio di nenonati. Keita è in realtà figlio biologico di un’altra coppia che sta crescendo il loro vero figlio. Ryota si trova di fronte alla necessità di una decisione terribile: scegliere il figlio naturale o il bambino che ha cresciuto e amato per sei anni?

 

 

Rai.it

Siti Rai online: 847