Logo Rai3

Fuori orario

Venerdì 15 gennaio 2016

In onda venerdì 15 gennaio 2016 dall'1:50 alle 6:00

NICOLA BADALUCCO, IL RACCONTO DELLE EMOZIONI TRA CINEMA E TV
a cura di Paolo Luciani

"Se fossi vissuto più di cent'anni fa, mi sarebbe piaciuto fare il librettista d'opera". Assumendo il melodramma a modello, Nicola  Badalucco dipana il racconto cinematografico attraverso itinerari di grande impatto emotivo, dando vita ad una manifestazione  romanzata - rigorosamente scandita in atti - dei conflitti umani che li accompagnano.

1:55 - LA CADUTA DEGLI DEI  - (1969)
Regia di Luchino Visconti
Soggetto e sceneggiatura di Nicola Badalucco, Enrico Medioli, Luchino Visconti
Con Dirk Bogarde, Ingrid Thulin, Helmut Griem, Helmut Berger, Renaud Verley, Umberto Orsini, Nora Ricci, Charlotte Rampling, Florinda Bolkan, Reinhard Kolldehoff

Prima, folgorante, sceneggiatura di Nicola  Badalucco; l'amico produttore Mario Gallo lo mette in contatto con Luchino Visconti, che si affida al lavoro (soggetto e sceneggiatura) di un assoluto esordiente. Badalucco più volte riconoscerà il fondamentale  apprendistato che deve a questa esperienza, fatta di disciplina e maniacale attenzione anche ai più piccoli particolari della  scrittura. Siamo di fronte alla tragedia storica, umana e familiare dei von Essembeck, "signori dell'acciaio" tedeschi, parte  integrante del blocco politico-sociale che ha portato il paese alla sconfitta della prima guerra mondiale, traendone al contempo  profitti immensi; la loro totale sottomissione di fronte alla presa del potere assoluto da parte di Hitler, diventa la metafora tragica della dissoluzione di una intera nazione, di un intero popolo.

5:10 - BRONTE: CRONACA DI UN MASSACRO CHE I LIBRI DI STORIA NON HANNO RACCONTATO - (1972)
Regia di Florestano Vancin
Con Ivo Garrani, Mariano Rigillo, Ilija Dzuvalekovski, Rudolf Kukie, Modrag Loncar, Filippo Scelzo

Nel maggio del 1860, in piena spedizione dei Mille, il paese di Bronte, alla pendici dell'Etna non distante da Catania, è teatro di  gravi fatti di sangue. Incitati ed eccitati dalle notizie dell'avanzata garibaldina, contadini poveri ed una piccola e media borghesia si mettono alla testa di una rivolta popolare; edifici pubblici e privati vengono dati alle fiamme; intere famiglie baronali, con donne e bambini, trucidate; notabili locali, uccisi. Venuto a conoscenza di quanto avvenuto, Garibaldi invia Nino  Bixio nel paese per riportare l'ordine a tutti i costi. La repressione sarà durissima; un processo farsa, centinaia di condanne,  fucilazioni di piazza. La storia dimostrerà negli anni l'infondatezza delle accuse subite dai condannati. 

Rai.it

Siti Rai online: 847