Logo Rai3

Fuori orario

Venerdì 2 ottobre 2015

In onda venerdì 2 ottobre 2015 dalle 1:45 alle 7:10

cineMATTOLI

a cura di Paolo  Luciani

Se indichiamo in Blasetti e  Camerini i "padri nobili" del cinema italiano, Mario Mattoli è certamente il regista, generazionalmente a loro più vicino, che forse più di tutti gli altri ha  contribuito ad indicare le possibilità e a segnare i  confini del "cinema  comico nazionale" (quello "parlato" con una linea di continuità che va dagli anni trenta ai nostri giorni, almeno nell'opzione rappresentata dai film con grandi attori e mattatori della risata…).

Dagli anni '20 autore di rivista, esperienza fondamentale nello svecchiamento del teatro leggero italiano, con oltre 80 film al suo attivo, Mattoli attraversa tutti i generi del cinema popolare; il comico (declinato in farse, parodie, film commedia, film-rivista e diventando il regista di riferimento di attori come Macario, Totò, Tognazzi, Chiari…), il drammatico (avventuroso, sentimentale, bellico, melodramma…), il musicale.

con i film

L'ULTIMA CARROZZELLA (Italia 1943 B/N) durata 86'

regia Mario Mattoli; sceneggiatura Aldo Fabrizi, Federico Fellini; fotografia Tino Santoni; montaggio Fernando Tropea;
con
Aldo Fabrizi, Anna Magnani,  Anita Durante, Enzo Fiermonte, Elide Spada,

Tra i film preferiti da Aldo Fabrizi, sceneggiato insieme al giovane Fellini; in una delle ultime interviste il grande attore lo indicava, per temi e modalità produttive, un film anticipatore del neorealismo. In realtà esempio riuscito di commedia sentimentale capace di sposare il mondo della rivista così caro al regista (e che oltre alla Magnani presenta dei protagonisti assoluti dei palcoscenici "romani") con un tipico tema "alla Fabrizi" come quello della critica ai "tempi moderni", qui rappresentato dal contrasto tra l'anziano  vetturino di carrozze a cavalli e il  giovane tassista.

LA VITA RICOMINCIA (Italia 1945  B/N)  durata 82'49"

regia  Mario Mattoli; sceneggiatura M. Mattoli, Aldo De Benedetti, Steno;  fotografia Ubaldo Arata; montaggio Fernando Tropea; musica Ezio Carabella
con Fosco Giachetti, Alida Valli, Eduardo De Filippo, Carlo Romano, Ughetto Bertucci

Uno dei film più singolari della ripresa del cinema italiano postbellico. Un melodramma classico a forti tinte che si lascia come avvolgere ed invadere dal clima e dagli sguardi nuovi che il cinema italiano mette in scena da subito, nel 1945. Con un titolo emblematico di un comune sentire che rende forse ancora più abbacinante la presenza di alcuni dei massimi interpreti del cinema di anteguerra.

PARTENZA ORE 7 (Italia  1946  B/N) durata  71'46"

Regia Mario Mattoli; sceneggiatura M. Mattoli, Aldo De Benedetti, Piero garinei, Sandro Giovannini; fotografia Carlo Montuori; montaggio Fernando Tropea; Musica Giovanni D'anzi; scenografia Gastone Medin
Con Chiaretta Gelli, Carlo Campanini, Alberto Rabagliati, Laura Gore, Tino Scotti

Mattoli mette in scena il suo mondo, quello delle compagnie di rivista, in un momento in cui la grande tradizione del teatro italiano, anche quello d'avanspettacolo, non è stata ancora intaccata dalla televisione. Gli ingredienti sono quelli delle storie che anche il cinema americano ci ha fatto conoscere: la giovane che vuole seguire la sua passione per il palcoscenico, contrastata da famiglia, fidanzato e colleghe invidiose…

PRESENTAZIONE  durata 40 minuti

CONSEGNA LA REDAZIONE, supporto imx comprende:

ANTOLOGIA DICHIARAZIONI DI MARIO MATTOLI

dal programma LE MEMORIE E GLI ANNI: MATTOLINEIDE di Maurizio Ponzi

COMMENTO N.1 SFUMABILE a cura della redazione di Fuori Orario durata 90’ imx CONSEGNA LA REDAZIONE comprende; antologia della trasmissione televisiva ZA BUM di Mario Mattoli  1964

Rai.it

Siti Rai online: 847